Pari Opportunità

Il concetto di Pari Opportunità si basa sulla necessità di uguaglianza giuridica e sociale fra uomini e donne, al fine di rivendicare la propria differenza di genere e di stabilire un giusto rapporto fra i sessi. Il principio che sta alla base di tale assunto è la necessità di dare alle donne la possibilità di compiere delle scelte, sia relative alla vita privata che a quella professionale, senza che esse diventino oggetto di discriminazione. Lo scopo ultimo delle politiche relative alle Pari Opportunità è di dare vita ad un insieme di iniziative e norme tendenti al superamento di condizioni sfavorevoli alla realizzazione di un’effettiva parità uomo-donna in ambito lavorativo.

Se pensi che le pari opportunità non siano pienamente rispettate nel tuo ambiente lavorativo o di studio contattaci al nostro helpdesk.

Organi di Parità

Commissione Nazionale per la Parità e le Pari Opportunità tra Uomo e Donna (L. 164/90)

La Commissione svolge un ruolo importante in quanto:
▪ promuove la realizzazione di iniziative per la partecipazione delle donne alla vita politica, economica e
sociale;
▪ si occupa di elaborare le modifiche da apportare alla legislazione, al fine di ottenere la completa
uguaglianza fra i sessi;
▪ in relazione a norme comunitarie, nazionali ed internazionali, promuove studi e ricerche sull’effettiva
applicazione delle politiche di parità di genere;
▪ segnala al Presidente del Consiglio iniziative in merito alle Pari Opportunità, al fine di conformare
l’organizzazione della pubblica amministrazione alla parità fra uomini e donne.

Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri (D.P.C.M.
28/10/1997, n. 405)

Organo di governo del Dipartimento è il Ministro per le Pari Opportunità. Il Dipartimento ha il compito di coordinare le iniziative comunitarie e nazionali relative alle politiche di Pari Opportunità. Coordina l’adozione delle iniziative necessarie all’adeguamento dell’ordinamento nazionale ai principi ed alle disposizioni dell’Unione Europea, nonché si occupa di gestire i rapporti con le amministrazioni centrali e locali competenti in materia.