Nuovo Accordo Quadro Confindustria-Sindacati sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro

Varato il 25 Gennaio l’Accordo Quadro sulle molestie e la violenza nei luoghi di Lavoro tra la Confindustria e CIGL, CIS e UIL.

Le parti hanno ribadito in più modi che:

  • ogni atto o comportamento che si configuri come molestie o violenza nei luoghi di lavoro, secondo le definizioni dell’Accordo, è inaccettabile;
  • è, pertanto, riconosciuto il principio che la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori non può essere violata da atti o comportamenti che configurano molestie o violenza;
  • i comportamenti molesti o la violenza subiti nel luogo di lavoro vanno denunciati;
  • le lavoratrici, i lavoratori e le imprese hanno il dovere di collaborare al mantenimento di un ambiente di lavoro in cui sia rispettata la dignità di ognuno e siano favorite le relazioni interpersonali, basate su principi di eguaglianza e di reciproca correttezza.

La sottosegretaria al lavoro Teresa Bellanova ha espresso la sua soddisfazione e ha sottolineato che la violenza e le molestie nei luoghi di lavoro costituiscono “un aspetto forse non sempre messo adeguatamente in evidenza quando si discute e si affronta il dramma della violenza di genere, ma che passo dopo passo trova sempre maggiore attenzione dalle parti sociali, come in questo caso, e dalle istituzioni. Bene l’aver messo nero su bianco il dovere della collaborazione tra tutti i soggetti del mondo produttivo – lavoratori e imprese – per il mantenimento di ambienti di lavoro nei quali sia rispettata la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori.”